Finalità (info)
Tasso (info)
Durata in anni
Valore immobile Importo richiesto
Comune immobile

CONSIGLI SUI MUTUI

  • Garanzie a tutela dei consumatori
    • Informativa Precontrattuale
    • Codice Europeo per i mutui casa e prospetto Esis
    • Obblighi del mediatore creditizio
    • Foglio Informativo del mutuo
  • Il tasso usura L.108/96
  • Difficoltà ad adempiere al pagamento delle rate del mutuo

 

GARANZIE A TUTELA DEI CONSUMATORI

Informativa precontrattuale

L'attuale normativa consente al cliente di pretendere in anticipo la visione del contratto di mutuo.
Dopo avere dato corso all'istruttoria è possibile richiedere all’Istituto di Credito che segue la pratica di mutuo un esame preventivo di quanto dovrai firmare in occasione della stipula notarile.

Codice Europeo per i Mutui Casa e Prospetto Esis (trasparenza bancaria)

Recentemente le Associazioni Bancarie Europee (anche l’ABI) e le associazioni europee dei consumatori hanno sottoscritto il codice di condotta europeo per i mutui.
Attraverso questo codice le Banche si impegnano a diffondere alla clientela sia informazioni di carattere generale (descrizione dei diversi tipi di mutuo) sia informazioni personalizzate ( specifica richiesta di mutuo). Tutte le informazioni personalizzate vengono inserite in un prospetto informativo europeo standardizzato anche detto ESIS (European Standardised Information Sheet) che riassume le caratteristiche del mutuo richiesto.
Di seguito le voci del Prospetto Esis:

  • Nome della banca
  • Descrizione del mutuo
  • Tasso annuo nominale
  • Tasso Annuo Effettivo Globale
  • Ammontare del finanziamento richiesto e valuta
  • Durata del contratto
  • Numero e frequenza dei pagamenti
  • Mutui con rimborso rateale
  • Mutuo con rimborso del capitale in un'unica soluzione
  • Spese accessorie una tantum
  • Spese accessorie ricorrenti
  • Estinzione anticipata
  • Ufficio reclami della banca
  • Piano d'ammortamento
  • Obblighi per il mutuatario

Foglio informativo del mutuo

E’ una sintesi delle principali clausole contrattuali e spiegazioni sui rischi tipici della specifica operazione.
Nel foglio informativo dei mutui possiamo trovare le seguenti sezioni:

  • Dati informativi e specifici circa la Banca mutuante.
  • Rischi tipici. (aumento della rata del mutuo a tasso variabile nel caso di aumento del tasso euribor)
  • Condizioni economiche
  • Le clausole contrattuali del mutuo (relative agli obblighi e divieti)
  • Glossario dei termini tecnici utilizzati nella redazione del foglio informativo.

Obblighi del mediatore Creditizio

Nel 2005 l’UIC (Ufficio Italiano Cambi), le cui funzioni ora sono confluite in Banca D’Italia,  ha esteso per i mediatori creditizi, l’obbligo di trasparenza circa tutte le attività svolte, al fine di salvaguardare gli interessi del consumatore.
Obblighi imposti:

  • Avviso delle Principali Norme di Trasparenza: se il mediatore svolge l’attività al di fuori della sede operativa deve consegnare il prospetto informativo al cliente,  se l’incontro avviene  in sede l’obbligo di consegna del prospetto si concretizza nel momento in cui  il cliente ne fa espressa richiesta
  • Foglio informativo del servizio: è l'elemento da analizzare prima di sottoscrivere il contratto. Esso include tutte le principali clausole e i costi massimi del servizio.
  • Informazione precontrattuale: Il cliente, prima di firmare, potrà esaminare il contratto comodamente a casa. Sul contratto di mediazione dovrà essere riportato l’entità della provvigione riconosciuta al mediatore nonché altre spese o commissioni a carico del cliente.
  • Trasparenza bancaria: Il mediatore ha il dovere di consegnare al cliente, qualora quest’ultimo decida di consegnare la domanda di mutuo, l’avviso delle norme di trasparenza ed il foglio ed il foglio informativo del prodotto mutuo che sta offrendo.

 

IL TASSO USURA L.108/96

Il Testo Unico Bancario sancisce che il tasso di interesse massimo oltre al quale un prestito viene definito usurario è stabilito dell'UIC (Ufficio Italiano Cambi), con il D. Lgs. 21/11/2007 n.231 le funzioni dell’UIC sono confluite in Banca D’Italia.
Ai sensi dell'art. 2 legge n. 108 / 1996, la soglia oltre la quale il tasso di interesse va considerato usura è calcolata aumentando del 50% i tassi effettivi globali medi rilevati da Banca d’Italia per ogni specifica operazione.
Ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 644 del codice penale, superate tali soglie il fatto è considerato dalla legge come reato penale.
Le banche hanno l’obbligo di affiggere presso la propria sede  (in modo visibile) la tabella con i tassi applicati per ciascun servizio alla clientela.

 

DIFFICOLTÀ AD ADEMPIERE AL PAGAMENTO DELLE RATE DEL MUTUO

Nell’arco della vita può succedere di dimenticarsi oppure di non avere la possibilità di pagare una rata entro la scadenza.
E’molto importante  per chi accende un mutuo leggere attentamente le condizioni contrattuali del prestito sul proprio immobile.
Secondo il Testo Unico Bancario,il ritardo massimo nel pagamento di una rata può essere di 180 giorni (6 mesi) dopo il quale la banca può richiedere all’autorità giudiziaria la risoluzione del contratto e l’esproprio del bene.
E’ comunque consigliabile informarsi sui tempi di ritardo previsti prima che la Banca passi la pratica all’ufficio legale

Chi siamo     Banche partner     Dicono di noi     Accesso ai Corner