Finalità (info)
Tasso (info)
Durata in anni
Valore immobile Importo richiesto
Comune immobile
Questo è un esempio di mutuo di 100.000 euro a 20 anni
Per conoscere la tua rata modifica i valori del form di ricerca a sinistra.
Avrai così accesso all'intera gamma di mutui Creho che risponde alle tue esigenze.
Preventivo di mutuo non impegnativo calcolato in data 24/09/2017
La presente scheda è stata predisposta con il primario obiettivo di rendere meglio comparabili le offerte delle diverse banche: tutti i valori riportati nella presente scheda sono da considerarsi indicativi e non costituiscono offerta da parte della banca. Le condizioni economiche definitive così come il piano di ammortamento definitivo saranno consegnati al cliente dalla banca al momento della stipula dell'atto di mutuo. I valori relativi a rate, interessi, capitale, spese sono stimati da Creho sulla base dei tassi di riferimento (Euribor, BCE, Eurirs) aggiornati quotidianamente e sulla base di comunicazioni periodiche delle banche. Si precisa inoltre che il calcolo del TAEG - Tasso Annuo Effettivo Globale, anche noto come ISC - Indice Sintetico di Costo, è effettuato da Creho in maniera indipendente secondo criteri di trasparenza, completezza e imparzialità tenendo conto di quanto stabilito dal provvedimento sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari di Banca d'Italia del 9 febbraio 2011 che recepisce la Direttiva 2008/48/CE sui contratti di credito ai consumatori.
Alla pagina Trasparenza troverai i documenti relativi all'informativa precontrattuale previsti dalla normativa vigente.

MUTUI A TASSO VARIABILE

Nei mutui a tasso variabile le rate variano ad ogni scadenza in base all'andamento dei tassi di riferimento, ovvero al tasso che viene preso come base per il calcolo della rata. Come parametro di riferimento per il calcolo della rata dei mutui a tasso variabile, le maggiori banche hanno aggiunto al tasso Euribor, che è il tasso di riferimento del mercato monetario e che varia quotidianamente, il tasso BCE, che è il tasso di sconto fissato dal Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea che risulta più stabile nel tempo.

I mutui a tasso variabile sono adatti in particolare a chi avendo aspettative di tassi di interessi stabili o in discesa. vuole una rata in linea con l'andamento del mercato. In un mutuo a tasso variabile il tasso di interesse iniziale è sempre più basso rispetto a quello dei mutui a tasso fisso e permette di avere un risparmio di interessi ovvero un importo maggiore di mutuo a parità di rata iniziale.

I mutui a tasso variabile possono esporre i contraenti ad aumenti anche importanti della rata in caso di rialzo dei tassi di riferimento. Prima di scegliere il tasso variabile è necessario pertanto verificare le possibilità di far fronte con i propri redditi a tale evenienza. E' sconsigliabile su durate molte lunghe.

Per contenere i rischi di un mutuo a tasso variabile, sono stati introdotti sul mercato prodotti che combinano la sicurezza dei mutui a tasso fisso con la flessibilità dei mutui a tasso variabile come i mutui a tasso variabile con cap, i mutui a rata costante e i mutui a tasso misto.

Chi siamo     Banche partner     Dicono di noi     Accesso ai Corner